Death and Taxes

(Cesare Carugi)

DEATH AND TAXES

I had what it took to believe in everything
I had what it took to know
till you understand all you save it takes
in case you don't die tomorrow
Baby the road is long, and I'm no longer awake to drive on, and I need some rest
Every time you wake up you wish something else
than the things you already have

I spoke to the ghosts that still crawl
along the wall of my house
and they warm up the room
I sold my past to a merchant of slaves
from Mexico
I thought it all would have been smooth

I still don't know where to go
'cause my lines in the sand have been already traced before
I still don't know where to go
'cause there's nothing sure in this world
except death and taxes

We talked about mountains and plains, rivers and sea
as if we talked about phony dreams
But I always “we are on the roll, enjoy it while it last
'cause it never does, it's not what it seems”

They baptized me as a loser
on the backseat of a dusty Oldsmobile
at the car-wrecker's place
Then I grew up through the streets
of a town called Nowhere
but they didn't know my name

I still don't know where to go
'cause my footsteps on the shoreline have been already done before
I still don't know where to go
'cause there's nothing sure in this world
except death and taxes

But sooner or later I'm going to face a train
like a hitchhiker with no place to stay
And I’m gonna throw all those compromises away
And we're gonna meet up drunk and free at hell's gates

What you get ain't what you have
'cause what you get ain't what you really want
What you get ain't what you could really do
‘cause what you get ain't what you really are

I still don't know where to go
'cause my lines in the sand have been already traced before
I still don't know where to go
'cause there's nothing sure in this world
except death and taxes

 

MORTE E TASSE

Ho avuto quello che serviva per credere in tutto
Ho avuto quello che serviva per sapere
fino a quando non capisci che tutto quello che risparmi
serve nel caso in cui non muori domani
Piccola la strada è lunga, e non sono più sveglio
per guidare, e ho bisogno di riposo
Ogni volta che ti svegli desideri qualcosa di diverso
dalle cose che già hai

Ho parlato con i fantasmi che ancora strisciano
lungo la parete di casa mia
e riscaldano la stanza
Ho venduto il mio passato a un mercante di schiavi
dal Messico
Ho pensato che tutto sarebbe filato liscio

Io ancora non so dove andare
perché le mie linee nella sabbia sono state già tracciate prima
Io ancora non so dove andare
perché non c'è niente di sicuro in questo mondo
tranne morte e tasse

Abbiamo parlato di montagne e pianure, fiumi e mari
come se avessimo parlato di sogni fittizi
Ma abbiamo sempre detto "siamo sulla cresta dell’onda, godiamocela finché dura
perché non dura mai, non è quello che sembra "

Mi hanno battezzato come un perdente
sul sedile posteriore di una Oldsmobile polverosa
dallo sfasciacarrozze
Poi sono cresciuto per le strade
di una città chiamata Nulla
ma non sapevano il mio nome

Io ancora non so dove andare
perché i miei passi sulla battigia sono stati già fatti prima
Io ancora non so dove andare
perché non c'è niente di sicuro in questo mondo
tranne morte e tasse

Ma prima o poi affronterò un treno
come un autostoppista senza un posto dove stare
e getterò via tutti quei compromessi
e ci incontreremo ubriachi e liberi alle porte dell'inferno

Quello che ottieni non è quello che hai
perché quello che ottieni non è quello che vuoi veramente
Quello che ottieni non è quello che potresti davvero fare
perché quello che ottieni non è quello che sei veramente

Io ancora non so dove andare
perché le mie linee nella sabbia sono state già tracciate prima
Io ancora non so dove andare
perché non c'è niente di sicuro in questo mondo
tranne morte e tasse

 

TORNA ALLA PAGINA "MUSIC"

Cesare Carugi - info@cesarecarugi.com - P.IVA: IT01587090497