John Butler Train

(Cesare Carugi)

JOHN BUTLER TRAIN


Jenny, look at my face in the mirror
There's a stranger reflected in there
He's got the darkest eyes I've ever seen and the name
of John Butler Train

His knives are sharpened and his guns are loaded
He moves around like a ghost in the night
I can't control his hand when he pulls out the blade
He's John Butler Train

He drove a lot before to be here tonight
He's drunk and harassing, he mumbles and spits
He defines the zone of his evil domain
His name is John Butler Train

When there's music and you see the light
It ain't what you're apparently seeing
Meet me out in my limbo to count the drops of rain.

Oh my dear, I've got wounds to take care of
Let me lie down and sleep a bit
And if I don't wake tomorrow, just remember my name
John Butler Train
JOHN BUTLER TRAIN


Jenny, guarda il mio volto nello specchio
C’è un estraneo riflesso là sopra
Ha gli occhi più scuri che abbia mai visto e il nome
Di John Butler Train

I suoi coltelli sono affilati e le sue pistole cariche
Si muove come uno spettro nella note
Non riesco a controllare la sua mano quando estrae la lama
E’ John Butler Train

Ha guidato per miglia prima di essere qui stanotte
E’ molesto e ubriaco, borbotta e sputa
Delimita la zona del suo dominio malvagio
Il suo nome è John Butler Train

Quando c’è musica e vedi la luce
Non è quello che vedi realmente
Ci vediamo nel mio limbo a contare le gocce di pioggia

Mia cara, ho delle ferite da curare
Lascia che mi stenda e che dorma un po’
E se domani non mi svegliassi, ricordati il mio nome
John Butler Train

Cesare Carugi - info@cesarecarugi.com - P.IVA: IT01587090497